facebook logo 180x180

Press release


en | de | fr | it

EU governments must end voter manipulation on social networks

Facebook/Cambridge Analytica Scandal


In response to today's European Parliament plenary debate on Facebook and the Cambridge Analytica scandal, the Greens/EFA group in the European Parliament call for a ban on targeted and personal-profile advertising on social networks. MEPs will vote on the resolution on "The use of Facebook user's data by Cambridge Analytica and the impact on data protection" on Thursday (25 October).

Ska Keller, President of the Greens/EFA Group in the European Parliament, comments:

"Facebook must not get away with cosmetic changes to its users' privacy settings. The Cambridge Analytica scandal and the misuse of private data is a political scandal and threatens our democracy. EU governments must take responsibility for Facebook before the European elections. We must not leave political election campaigns in the hands of social networks."

Molly Scott Cato, member of the Greens/EFA Group in the European Parliament, added:

"The mass abuse of data and political interference is disrupting democracy across the world. From the UK Brexit campaign to the Trump election and now the presidential election in Brazil, Facebook, together with shady groups like Cambridge Analytica, have shown themselves to be an anti-social network threatening democracy. The European Commission's code of conduct for social networks is well-intentioned, but transparency and self-regulation alone will not get us far. EU governments must ban targeted political advertising based on personal profiles if we want to make sure our democracies are free from destructive outside influence."

More info:

 

Plenaria: Facebook / Cambridge Analytica

Riprendere il controllo dei nostri dati personali


In occasione del dibattito in plenaria su Facebook e dello scandalo Cambridge Analytica, il gruppo Verdi/ALE chiede il divieto della pubblicità politica mirata e personalizzata sui social network. La risoluzione sull'utilizzo dei dati degli utenti di Facebook da parte di Cambridge Analytica e il suo impatto sulla protezione dei dati sarà posta in votazione giovedì.

 

Dichiarazione di Philippe LAMBERTS, presidente del gruppo Verdi/ALE:

"Lo scandalo Cambridge Analytica e l'abuso di dati privati è una grave deviazione che minaccia direttamente le nostre democrazie.
Dobbiamo proibire la definizione di profili e di obiettivi politici. I governi dell'UE devono agire prima delle elezioni europee per evitare che un tale scenario si ripeta
".


Dichiarazione di Eva JOLY, membro della commissione per le libertà civili, commissione per la giustizia interna:

"Non deve più essere possibile utilizzare i dati personali senza che gli utenti ne siano a conoscenza. Lo scandalo Cambridge Analytica attesta il fallimento di una regolamentazione politica che permette ad alcune aziende di accumulare e smaltire i nostri dati personali come meglio credono. Lasciare a Facebook e ai suoi algoritmi per determinare i messaggi politici che riceviamo è accettare una forma di servitù volontaria».