it | en | de | es | fr
NULL
Press release |

Nuovi poteri urgentemente necessari per combattere il riciclaggio di denaro sporco in UE

Riciclaggio di denaro

Oggi il Parlamento europeo discuterà, su iniziativa del gruppo Verdi/ALE, i rischi di riciclaggio di denaro nel settore bancario dell'UE a seguito dei grandi scandali multimiliardari di grandi banche europee. Il caso in corso della Danske Bank in Danimarca e in Estonia, nonché i recenti casi di ING nei Paesi Bassi, della Pilatus Bank a Malta e della ABVL Bank in Lettonia, dimostrano che l'attuale applicazione delle norme antiriciclaggio dell'UE è insufficiente. Il mese scorso la Commissione europea ha annunciato proposte per conferire maggiori poteri e risorse all'Autorità bancaria europea per indagare sulle banche coinvolte in operazioni finanziarie illegali e per applicare le norme antiriciclaggio.

 Judith Sargentini, correlatrice della quinta direttiva antiriciclaggio, commenta:

"Il riciclaggio di denaro sporco alimenta la criminalità, la corruzione, il terrorismo e tutte le sofferenze che ne derivano. Il fatto che non possiamo fidarci delle nostre principali banche europee per far rispettare le regole che potrebbero contribuire a porre fine al flagello del denaro sporco è nauseante. Dalla Danimarca all'Estonia e dai Paesi Bassi a Malta, attraverso i quattro angoli di questo continente si accumulano scandali di riciclaggio di denaro sporco ed è abbastanza chiaro che le autorità nazionali di regolamentazione non hanno voluto o non sono state in grado di fermare questa criminalità transfrontaliera. Ecco perché il gruppo Verdi/ALE chiede a tutti gli Stati membri dell'UE di adottare e applicare senza indugio le nuove norme antiriciclaggio dell'UE".

 Sven Giegold, portavoce dei Verdi/Alleanza libera europea sul riciclaggio di denaro sporco, commenta:

"Il semplice volume di denaro sporco che fluisce in Europa sta trasformando il nostro continente in un parco giochi per i corrotti a spese dei comuni cittadini. Occorrono risorse e poteri di gran lunga maggiori a livello europeo per individuare e scoraggiare il riciclaggio di denaro, motivo per cui accogliamo con favore le proposte della Commissione. Tuttavia, abbiamo bisogno che queste proposte siano adottate il più presto possibile con una procedura accelerata da parte del Parlamento e del Consiglio. La Commissione deve migliorare la sua attuale capacità di indagare sul rispetto da parte degli Stati membri delle norme antiriciclaggio dell'UE. Come annunciato oggi con Malta, la Commissione europea deve avviare procedure di infrazione contro tutti i paesi dell'UE che non si assumono la responsabilità di affrontare seriamente il riciclaggio di denaro sporco, non solo a Malta, ma anche a Cipro, in Lettonia e in Estonia".

 Contesto: La Commissione europea ha annunciato oggi che emetterà ordini a Malta per colmare le carenze sistematiche nella lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo.

 Il gruppo Verdi/ALE chiede alla Commissione europea di intervenire nel caso della Danske Bank: https://www.greens-efa.eu/en/article/news/money-laundering-7999/

Dibattito plenario in diretta con Sven Giegold oggi (mercoledì 3 ottobre, primo pomeriggio) TOP 5. sull'elenco: http://www.europarl.europa.eu/plenary/en/home.html

Recommended

Event

Photo by Towfiqu barbhuiya on Unsplash
Coins in a glass pot

News

© Alexander Briel
European flag 530x390

Responsible MEPs

Marco Affronte
Marco Affronte
Member
Sven Giegold
Sven Giegold
Member
Judith Sargentini
Judith Sargentini
Member

Please share